Milan, la rabbia di Allegri: “Colpa dell’arbitro”

Milan, Allegri arrabbiato – Allegri, ma solo di nome: l’allenatore del Milan ha tanto da recriminare dopo la sconfitta nel derby con l’Inter. E se il gioco è stato davvero mediocre, l’arbitro, secondo il tecnico rossonero, ha inciso e non poco: “L’arbitro ha condizionato la gara. Il signor Valeri ha preso decisioni incomprensibili su episodi chiave: perché non espellere Juan Jesus e fischiare con 10 secondi d’anticipo la fine della prima frazione di gioco? E perché fischiare quel fallo inesistente su Handanovic? E l’espulsione di Nagatomo è giusta: nel derby va applicato il regolamento come in qualsiasi altra partita”. 

Analisi tecniche e tattiche – Allegri, poi, passa ad analizzare il match dal punto di vista tecnico e tattico: “Subiamo troppi gol da azioni nascenti da calcio piazzato: dobbiamo trovare assolutamente una soluzione. Ci è mancato il gol, abbiamo cambiato schema da poco e dobbiamo ancora oliare movimenti e meccanismi. La sosta sarà utile per mettere a punto qualcosa di meglio. Non credo, inoltre, che Pazzini sia stato inserito tardivamente: ha giocato quasi 30 minuti e ha mancato il gol per pochi centimetri”. La classifica si fa preoccupante: “Siamo a 12 punti dalle prime a 8 punti dalla zona Champions League: la rincorsa è lunga e possiamo rimetterci in carreggiata”.