Regione Lazio, il pressing di Zingaretti: Subito al voto

Dopo le dichiarazioni con cui Renata Polverini ha escluso la possibilità che i cittadini del Lazio tornino a votare a dicembre, il candidato del centrosinistra, Nicola Zingaretti, ha voluto dire la sua. “Non c’è nessun motivo per non fissare al più presto la data delle elezioni“, ha dichiarato ieri l’aspirante governatore, che ha prefigurato la costruzione di un’alleanza particolarmente “larga”.

Nessuna diatriba sul voto – “Impegniamoci per ridare la parola ai cittadini, è in gioco la credibilità dello Stato e anche la credibilità della democrazia“. E’ quanto ha dichiarato ieri il candidato alla presidenza del Lazio, Nicola Zingaretti, ai microfoni dei cronisti che lo hanno intercettato a margine di un’iniziativa promossa dall’Unicef. “Sulla questione voto non può esserci una diatriba politica tra destra e sinistra – ha precisato il democratico – Sono gli italiani quelli che chiedono di andare a votare dopo quello che è successo. Sono le persone normali che, dopo le dimissioni della presidente Polverini, chiedono che si torni al voto”.

La larga alleanza – “I cittadini in democrazia devono esprimersi e decidere chi deve governare – ha insistito l’attuale presidente della Provincia di Roma – Non c’è nessun motivo per non fissare al più presto la data delle elezioni in Regione, è un atto di democrazia e di astuto buonsenso“. E interpellato sulle alleanze da cementare per agevolare la sua vittoria elettorale: “Faremo una grande alleanza di partiti, di persone, di cittadini, di associazioni – ha spiegato Zingaretti – un’alleanza delle innovazioni, del cambiamento e della trasparenzaSarà un modo per mettere in campo un progetto con le forze più sane della società laica, cattolica e moderata – ha aggiunto l’aspirante governatore – Vedrete che attorno a un progetto di rinnovamento e di democrazia si costruirà un’alleanza larga”.

Maria Saporito