Legge di stabilità, Grilli: Nuovi tagli per scongiurare nuove tasse

Legge di stabilità – Il governo è alla ricerca di circa dieci miliardi di euro per scongiurare un ulteriore aumento delle imposte.
Di questi 10 miliardi 6,5 andranno a coprire il mancato aumento dell’Iva, il resto andranno investiti in produttività.
Questo è l’obiettivo principale secondo il Ministro dell’Economia, Vittorio Grilli:
Gli obiettivi del governo sono in primo luogo di evitare un appesantimento tributario”, spiega Grilli riferendosi all’aumento dell’Iva.
Poi di incentivare la produttività, in terzo luogo di accelerare con credibilità il processo di riduzione del debito pubblico attraverso la vendita del patrimonio immobiliare, in quarto luogo di capire il quadro esigenziale per il 2013, ovvero individuare le voci di spesa indifferibili, e infine di consentire il recepimento della Direttiva comunitaria sui tempi di pagamento da parte della P.A. verso le imprese”.
Per raggiungere gli obiettivi dunque occorre individuale nuove voci spesa da taglia attraverso la spending review, e magari intervenire nel settore finanziario attraverso la Tobin Tax.

Camusso attacca: Sarà sciopero – Il segretario della Cgil, Susanna Camusso non ci sta e avverte il governo su un possibile sciopero generale: “Abbiamo il sospetto, per non dire la certezza, che sia un’altra manovra mascherata da legge di stabilità, vedremo cosa ci dicono, ciò che credo vada detto al governo è che spazio per ulteriori tagli non ce n’è. Anzi, dovrebbe essere la stagione di restituire qualche certezza”.

Matteo Oliviero