Roma, Totti allontana il ritiro: “Presto per pensarci”

Francesco Totti allontana la data del suo ritiro. Nonostante i 36 anni compiuti lo scorso 27 settembre, il capitano giallorosso non ha alcuna intenzione di dire addio al mondo del pallone: “Penso solo al calcio – assicura il numero 10 in una lunga intervista a Tv Sorrisi e Canzoni – . Ho sempre nella testa la prossima partita da giocare. Magari quando mi ritirerò inventeremo qualcosa per salutare calorosamente tutti, ma ora è presto per pensarci“. Dai tifosi della sua squadra, Totti è considerato l’ottavo re di Roma. Un ruolo che contende ad un grande giallorosso del passato, Paulo Roberto Falcao: “Facciamo che uno siederà sul trono nei giorni dispari e l’altro nei giorni pari“, scherza il capitano.

Nuovo libro – I tifosi giallorossi lo amano, per loro Totti è un gladiatore: “Ma io credo che il vero coraggio non sia legato ai ruoli o alla fama – si schernisce il capitano della Roma –. Piuttosto, è dire sinceramente ciò che si pensa, impegnarsi per le cose in cui crediamo e fare del nostro meglio per noi e i nostri cari tutti i giorni. Ognuno, nel suo piccolo, può essere coraggioso“. Nel suo nuovo libro, E mò te spiego Roma, il numero 10 giallorosso immagina di dialogare con Gesù Cristo, Giulio Cesare, Zeus. L’incontro reale più intenso, invece, “è stato quello con Giovanni Paolo II. Di lui non posso dimenticare gli occhi gentili e quella sensazione di pace che sembrava circondarlo“.

Pier Francesco Caracciolo