Calcioscommesse: Salernitana-Bari truccata, Ranocchia nei guai

Calcioscommesse – Guai in vista per Andrea Ranocchia. Stando alle ultime indiscrezioni provenienti da Bari, ci sarebbe anche il difensore dell’Inter nell’elenco dei giocatori che hanno partecipato alla combine della sfida tra la Salernitana e la squadra pugliese della stagione 2008/2009, terminata con la vittoria dei campani per 3-2. Secondo quanto riportato quest’oggi dalla Gazzetta dello Sport, Ranocchia farebbe parte di quel gruppo di 20 giocatori del Bari (praticamente tutta la squadra) che ha ricevuto denaro per perdere volontariamente la partita e favorire la Salernitana, invischiata nella lotta per non retrocedere. Con lui, tra gli altri, ci sarebbero anche i vari Gillet, Barreto, Santoruvo, De Vezze, Belmonte e Parisi. A differenza dei compagni di squadra, però, il centrale dell’Inter, che all’epoca dei fatti aveva 21 anni, avrebbe deciso di non tenere quei soldi, reglandoli al factotum Angelo Iacovelli.

Le parole di Manganelli – Proprio ieri, Antonio Manganelli aveva lasciato intendere che la triste vicenda del calcioscommesse che ha colpito il calcio italiano era tutt’altro che conclusa: “Alcune cose scorrette sono venute fuori, altre stanno per venire fuori e porteranno a ulteriori risposte. Se possibile ancora più clamorose“, aveva spiegato il capo della Polizia, che poi era entrato maggiormente nel dettaglio: “Non parliamo di calcio truccato tout court, non si scommette sul risultato finale di una partita ma sul fatto che un giocatore butti la palla fuori, si scommette su chi tirerà il primo calcio d’angolo o si chi toccherà per primo la palla con la testa – le parole di Manganelli – . È possibile capitalizzare denaro importante anche così“.

Pier Francesco Caracciolo