Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Politica

Marchionne contro Renzi: Si crede Obama, amministra una povera città

CONDIVIDI

Marchionne contro Renzi: Si crede Obama, ma amministra una povera città – “E’ la brutta copia di Obama, ma pensa di essere Obama”: a dichiararlo è l’amministratore delegato di Fiat, Sergio Marchionne, irritato dalle dichiarazioni rese a Repubblica Tv dal sindaco di Firenze Matteo Renzi. Alla domanda circa un suo eventuale pentimento per le parole spese tempo fa in favore di Marchionne, il rottamatore ha infatti risposto: “Non ho cambiato idea io, è Marchionne che ha preso in giro lavoratori e politici dicendo una cosa che non avrebbe fatto”. 

Da D’Alema a Marchionne, gli attacchi al ‘rottamatore’ – “Non ho mai immaginato Marchionne come modello di sviluppo per l’economia – ha aggiunto Renzi, intervistato da Repubblica Tv – andava ai congressi Ds dove c’erano D’Alema e Bersani, e Bertinotti ne parlava come del borghese buono“E’ la brutta copia di Obama”, è la secca replica dell’ad del Lingotto e presidente di Acea, che interpellato dai cronisti a margine di una tavola rotonda a Bruxelles sulla mobilità, ha dichiarato che Renzi, già alle prese col fuoco amico proveniente dal suo stesso partito e da Massimo D’Alema, “è il sindaco di una piccola, povera città“.