Grillo sbarca in Sicilia: Garibaldi vi ha rovinato, ora ci penso io

Missione compiuta per il 62enne Beppe Grillo. L’ideatore del Movimento 5 Stelle ha raggiunto ieri la Sicilia a nuoto, confortato dai tanti supporter che l’hanno incitato lungo tutto il tragitto. Il suo arrivo nell’isola è stato sottolineato da una valanga di applausi, che hanno spinto l’ex comico a  non risparmiarsi  nonostante lo sforzo fatto. “E’ sbarcato Garibaldi e guardate come siete ridotti, sono sbarcati gli americani, e guardate come vi hanno ridotto, adesso sono arrivato io”, ha scherzato Grillo prima di entrare in un’automobile diretta a Messina. Concetto ribadito poco più tardi anche sul suo blog.

Dopo Garibaldi e Lucky Luciano – Alle 12.10 di ieri Beppe Grillo ha pubblicato un post carico di punti esclamativi: “Sono sbarcato in Sicilia! Ho superato lo Stretto!”“Questo è il terzo sbarco in Sicilia in 150 anni – ha scritto il fondatore del Movimento 5 Stelle – Il primo fu Garibaldi che portò i Savoia, il secondo fu fatto dagli americani che portarono la mafia, il terzo sono io con il Movimento 5 Stelle, ma né Garibaldi o Nino Bixio o Lucky Luciano sono arrivati in Sicilia a nuoto”.

Le cose da fare – “La Sicilia potrebbe vivere meglio senza l’Italia – ha scritto nel suo intervento l’ex comico – ma l’Italia non potrebbe vivere senza la Sicilia. Se la Sicilia dovesse andarsene, costretta dal malfunzionamento dello Stato e delle istituzioni, sarebbe l’inizio di un domino cui seguirebbero altre Regioni e la fine dell’Italia, forse la sua balcanizzazione”. “Quest’isola – ha continuato Grillo in piena campagna elettorale  – ha bisogno del rilancio dei trasporti locali, della banda larga diffusa, di strutture turistiche, della valorizzazione dei suoi giacimenti artistici, di una nuova  “di trattenere qui i suoi giovani, il suo futuro, ma soprattutto –  ha sottolineato il blogger – ha bisogno di onestà nelle istituzioni. Questo è ciò che farà il Movimento 5 Stelle in Regione Sicilia”.

Maria Saporito