L’allarme di Lagarde (Fmi): Debito pubblico record

L’allarme di Lagarde (Fmi): Debito pubblico record – Ha ormai raggiunto “il livello più alto dalla Seconda guerra mondiale” il rapporto debito-Pil delle economie più avanzate. E’ l’allarme lanciato dal direttore generale del Fondo Monetario Internazionale, Christine Lagarde, che aprendo i lavori dell’assemblea del Fmi ha spiegato che “forse il più grande ostacolo alla crescita sarà proprio il pesante debito pubblico nelle economie avanzate, stimato a circa il 110% del Pil“Non dobbiamo illuderci – è il monito di Lagarde – senza crescita il futuro dell’economia globale è in pericolo”.

La ricetta per uscire dalla crisi – L’eccessivo livello del debito, ha spiegato il direttore generale del Fmi, “lascia i governi altamente esposti alle rapide oscillazioni della fiducia. Inoltre, lega loro le mani, specialmente se cercano di di costruire le infrastrutture del ventunesimo secolo nel rispetto delle promesse sociali. Le necessità legate al rapido invecchiamento della popolazione aggiungeranno ulteriori pressioni”. Per uscire dalla crisi, ha osservato Lagarde, “la strada che abbiamo davanti è stretta e lunga”, ma la ricetta è una sola: “politica monetaria accomodante; un giusto ritmo di risanamento dei bilanci, intelligente e tale da non compromettere la crescita ma con piani solidi e realistici per ridurre il debito nel medio termine; terminare la pulizia del settore bancario; riforme strutturali per accelerare la produttività e la crescita”.