Roma, Osvaldo punge Zeman: “Io mi impegno sempre al massimo”


Roma – Pablo Daniel Osvaldo in Nazionale ha ritrovato il sorriso e il gol, con cui l’Italia ha liquidato definitivamente la pratica Armenia. Una rete arrivata su assist di un altro degli esiliati da Zdenek Zeman in maglia giallorossa: Daniele De Rossi, anche lui andato a segno ieri sera. “Mi sento un giocatore come tutti gli altri, che si deve guadagnare spazio sia nella Roma che in Nazionale – ha dichiarato l’attaccante giallorosso – Sono andato in panchina come può succedere a chiunque, ma le parole del mister (Zeman ndr) mi hanno dato un dispiacere perché credo di essere uno che si impegna al massimo”. Il tecnico boemo aveva rivelato che “qualcuno” nella Roma pensa ai fatti propri e aveva escluso sia Osvaldo che De Rossi nella gara contro l’Atalanta.

Il gol ritrovato – Osvaldo non nasconde la gioia per la terza rete nelle ultime tre partite con la maglia azzurra: “Per me è un gol importante che ci ha aiutato a stare più tranquilli, visto il risultato. A livello personale ogni volta che faccio gol sono contento, ma è semplicemente un gol come tanti altri. Daniele mi ha messo una grandissima palla: per me è stato facile. In crisi con Zeman? Io parlo per me e penso anche per Daniele: cerco di dare sempre il massimo, quando mi chiamano in causa, cerco di farmi trovare pronto sia con la Roma che in Nazionale. Sono contento, penso che alla fine il lavoro paga e si vede sul campo. È normale che quando un allenatore ti dà la fiducia uno cerca di rispondere sul campo e io ogni volta che mi chiamano in causa cerco di dare il massimo”.

Miro Santoro