Udinese: Di Natale fa 35 anni, Pozzo lo esalta: “Uomo speciale”

In casa Udinese è un giorno speciale: Antonio Di Natale, per tutti Totò, compie 35 anni. A Udine dalla stagione 2004/2005, il capitano bianconero è diventato il simbolo della storia recente della squadra friulana. Con il suo talento e, soprattutto, con i suoi 163 gol tra campionato e coppe, Di Natale ha trascinato l’Udinese a tragaurdi insperati: un terzo (la passata stagione) e due quarti posti in Serie A, una semifinale di Coppa Italia, un quarto di Coppa Uefa. Senza parlare della Champions, soltanto sfiorata quest’estate ma giocata, da protagonista, nel 2005/2006. A livello personale, poi, l’attaccante napoletano può vantare due titoli di capocannoniere, nel 2010 e nel 2011. Senza dimenticare la Nazionale, con cui Totò ha messo a segno 11 gol in 42 partite partecipando a due Europei, quelli del 2008 e quelli del 2012.

Un figlio adottivoGianpaolo Pozzo, patron dell’Udinese, celebra Antonio Di Natale con una nota sul sito ufficiale del club friulano: “A nome mio e di tutta la mia famiglia voglio porgere al nostro capitano i migliori auguri di un felice e lieto compleanno – si legge su udinese.it -. Il talento del calciatore non è neanche lontanamente in discussione. Ma quello che mi ha più colpito in tutti questi anni è la sua incredibile disponibilità dimostrata nei confronti della società, della città di Udine e della mia famiglia, per cui ormai è diventato davvero come un figlio adottivo“. Per Pozzo, insomma, Totò è un uomo speciale: “Sono sicuro che quello di oggi non sarà certamente il suo ultimo compleanno da giocatore dell’Udinese. Sono certo che Di Natale rimarrà a Udine anche al termine della sua straordinaria carriera”.

Pier Francesco Caracciolo