Home Spettacolo Musica Atlantico Live, lo spettacolo dei Knife Party. A metà..

Atlantico Live, lo spettacolo dei Knife Party. A metà..

Divertente serata quella di ieri all’Altantico Live di Roma (in zona EUR), grazie all’organizzione di quelli di Evilsound: i ragazzi ci devono aver preso la mano con i nomi altisonanti se è vero che questa volta sono arrivati a chiamare i Knife Party da Perth (sud overst dell’Australia).

Knife Party che hanno infiammato il sabato notte capitolino, sia pur con un doveroso distinguo: ci è infatti abbastanza dispiaciuto dover costatare come vi fosse soltanto Gareth McGrillen alla console, senza la fondamentale compagnia di Rob Swire (l’assenza è stata  giustificata dai ragazzi della Evilsound, ma il rammarico rimane, ndr).

Nonostante questa piccola pecca, la musica non è di certo mancata, anzi. Oltre al clou costituito dai Knife Party in versione ridotta, hanno dato il meglio di sè tanto i local Fre4k e Young Mush, quanto la special guest di turno costituita dai francesi Mustard Pimp (anch’essi, purtroppo, in formazione dimezzata). Tutti gli artisti saliti sul palco hanno comunque messo a dura prova le casse del locale, tanto che – sfortuna somma – nel finale l’audio ne ha risentito, giusto nel momento in cui ci si aspettava dei superbassi per la Dubstep.

Il pubblico capitolino (ormai avvezzo alle serate di elettronica internazionale) nutre della aspettative che ormai sono sempre alte e quindi è assolutamente normale pretenda sempre il massimo. Bastano giusto un paio di accorgimenti, per ottenerlo.

N.C.