Home Notizie di Calcio e Calciatori Mondiali 2014, Italia-Danimarca 3-1: Balotelli super, tris azzurro

Mondiali 2014, Italia-Danimarca 3-1: Balotelli super, tris azzurro

Balotelli fa il fenomeno e l’Italia cala il tris. Nel quarto match di qualificazione ai Mondiali del 2014, gli azzurri si impongono 3-1 sulla Danimarca e festeggiano il +4 sulla Bulgaria (bloccata in Repubblica Ceca) nella classifica del Gruppo B. A quattro giorni dal successo in Armenia, dunque, l’Italia si ripete a San Siro: Montolivo trova il gol del vantaggio con un bel destro da fuori poco dopo la mezz’ora, De Rossi raddoppia di testa subito dopo centrando il secondo gol personale in poche ore dopo quello di Yerevan. Il bel gol di Kvist alla fine del primo tempo e l’espulsione di Osvaldo dopo pochi secondi dall’inizio della ripresa rischiano di compromettere la serata azzurra, ma Balotelli sistema tutto con una zampata su lancio di Pirlo al 54′: terzo successo in quattro gare, l’Italia è già in fuga.

Sblocca Montolivo – Prandelli sceglie Osvaldo e Balotelli, tra i pali c’è De Sanctis. La Danimarca parte meglio, dopo 2′ Bendtner sfiora il palo di testa. Poco dopo è Eriksen a provarci dalla distanza, De Sanctis si salva in angolo. Dopo un quarto d’ora in apnea, l’Italia viene fuori: destro di Marchisio dal limite, Kjaer salva sulla linea. Poi è Osvaldo a non sfruttare un traversone di Abate, mandando a lato di testa. Alla mezz’ora i danesi sono ancora pericolosissimi con Krohn-Dehli (bravo De Sanctis), ma al 33′ gli azzurri passano: destro da fuori di Montolivo, palla che si infila nell’angolo. Passano 4′ e l’Italia raddoppia: cross di Pirlo da destra, zuccata di De Rossi e Andersen è battuto. Per gli azzurri la gara sembra in discesa, ma al 46′ la Danimarca la riapre: cross di Jacobsen, destro al volo di Kvist e palla in rete.

Rosso a Osvaldo – Neanche il tempo di rientrare in campo e l’Italia resta in 10: dopo 16” Osvaldo reagisce su Stokholm, gli rifila una manata e si becca il rosso diretto. Nonostante l’uomo in meno, l’Italia non si scompone e al 54′ raddoppia: lungo lancio di Pirlo, zampata di Balotelli che beffa Andersen in uscita. Il terzo gol gela la Danimarca, che da quel momento si vede col contagocce: destro di Eriksen da fuori, palla alta. L’Italia controlla senza affanni e quando può riparte in contropiede: Montolivo spara da fuori, Andersen blocca in due tempi. L’ultima occasione è per Poulsen, che ci prova con una bella conclusione dal limite: De Sanctis si allunga e fa suo il pallone.

Pier Francesco Caracciolo