Italia-Danimarca 3-1, Prandelli sereno: “Spirito da grande squadra”

Cesare Prandelli è più sereno. Al termine del match vinto 3-1 contro la Danimarca, il ct azzurro fa i complimenti ai suoi ragazzi: “Ho visto lo spirito giusto, uno spirito da grande squadra“. Del resto, la partita contro Bendtner è compagni è stata interpretata nel modo giusto: Montolivo ha aperto le marcature con un bel destro dal limite subito dopo la mezz’ora, De Rossi ha inzuccato di testa il raddoppio pochi minuti dopo. La rete di Kvist subito prima dell’intervallo e la sciagurata espulsione di Osvaldo ad inizio ripresa non hanno scalfito lo spirito azzurro: con una bella zampata al 54′, Balotelli ha regalato all’Italia tre punti molto importanti in chiave qualificazione. “Un piede in Brasile? No, siamo solo un po’ più sereni“, ha smorzato gli entusiasmi il ct.

Ordine e determinazione – “Abbiamo giocato con ordine e determinazione, soprattutto quando c’è stato da stringere i denti dopo l’espulsione di Osvaldo“. Prandelli si gusta un successo fondamentale: “Non è stata una partita facile. Abbiamo visto che quando le avversarie la mettono sul piano fisico si possono trovare delle difficoltà“. In effetti, nella prima parte gli azzurri hanno sofferto: “La Danimarca palleggiava e noi la aspettavamo, per cui facevamo fatica a prendere il comando delle operazioni: sotto questo aspetto dobbiamo migliorare“. Poi è arrivato l’uno-due decisivo: “Per 10′ abbiamo giocato un ottimo calcio e meritato i due gol. Il 2-1 poteva complicarci la gara, per fortuna abbiamo mantenuto la calma“. Ultima battuta su Balotelli, il migliore in campo: “Ha qualità incredibili. Deve giocare così, in maniera generosa: diventa un trascinatore e ne beneficia tutta la squadra“.

Pier Francesco Caracciolo