Serie A, Genoa-Roma 2-4: Totti, Osvaldo e Lamela firmano la rimonta

Totti, Osvaldo e Lamela, la rimonta è servita. Va alla Roma il posticipo serale dell’8^ giornata del campionato di Serie A: i giallorossi si impongono 4-2 sul campo del Genoa al termine di una partita pazza, ricca di gol ed emozioni. Dopo un quarto d’ora la sfida sembra prendere la via di Genova: Kucka al 7′ e Jankovic al 15′ sfruttano gli sbandamenti della difesa di Zeman e portano i rossoblù sul doppio vantaggio. La squadra giallorossa barcolla, rischia il tracollo ma al 27′ rialza la testa con la rete di Totti. Il gol del capitano dà la scossa agli ospiti, che improvvisamente ritrovano vivacità e pareggiano con Osvaldo poco prima dell’intervallo. Nella ripresa è monologo giallorosso: Osvaldo cala il tris al 55′, Lamela la chiude all’83 e permette alla Roma di agganciare il quinto posto in classifica, a -4 dalla coppia Lazio-Inter.

Gol e spettacolo – Un paio di novità rispetto alle previsioni della vigilia: De Canio sceglie  Jorquera e lo schiera alle spalle di Borriello, Zeman conferma il tridente formato da Totti, Osvaldo e Lamela. Il Genoa parte forte e al 7′ è già in vantaggio con Kucka, che sorprende Stekelenburg con un gran destro da fuori. La Roma non reagisce, i rossoblù continuano a spingere e al quarto d’ora siamo già 2-0: dopo aver colpito una traversa, Jankovic sfrutta l’appoggio di Antonelli e al secondo tentativo infila. Dopo aver rischiato sul diagonale di Borriello (bravo Stekelenburg), i giallorossi reagiscono: gran girata di Florenzi, palla alta di un soffio. Al 27′ gli ospiti riaprono la gara con Totti, che supera Frey con un diagonale chirurgico. Lamela sfiora il pari di sinistro, dalla parte opposta sberla di Jorquera respinta da Stekelenburg. Al 44′ la Roma pareggia: cross di Piris da destra, mezza girata di Osvaldo e palla in rete.

Borriello ko – La Roma rientra in campo con lo spirito giusto: diagonale di Piris, Frey c’è. I giallorossi continuano a spingere e al 56′ trovano il vantaggio: angolo di Florenzi, gran colpo di testa di Osvaldo e Frey è battuto. Il terzo gol degli ospiti cambia la partita, che improvvisamente diventa tesa e contratta: la Roma gestisce ma non affonda, il Genoa non punge più. Dopo aver inserito Immobile, De Canio getta nella mischia anche Bertolacci e Melazzi, ma al 73′ Borriello si fa male ad una caviglia ed è costretto a lasciare il campo. I rossoblù restano in dieci, la Roma non si fa pregare e all’83 cala il poker con Lamela, che supera Frey con un sinistro vellutato. La partita, di fatto, finisce qui: la Roma centra il suo secondo successo consecutivo.