Jamie Fox, il giovane neolaureato che lavora come spaventapasseri

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:24

Lo spaventapasseri umano – Forse la ricetta contro la disoccupazione e la Crisi è quella adottata dal 22enne britannico Jamie Fox: armarsi di umiltà, fregarsene di tutto e accettare un lavoro non da sogno, ma pur sempre onesto. A raccontare la sua strana storia è il quotidiano inglese “The Independent”. Laureato in musica e arte all’Università di Bangor, in Galles, il giovane – alle prese come molto suoi coetanei con la disoccupazione dilagante – ha accettato un impiego alquanto insolito: lo spaventapasseri umano. Armato di un libro (da leggere nei lunghi momenti morti), giacca arancione fosforescente, ukulele e campanaccio, Fox ha il compito di suonare i suoi strumenti (sotto il sole o la pioggia scrosciante) non appena qualche uccello si avvicini ai quattro ettari di proprietà dei suoi datori di lavoro, in una fattoria del Norfolk. Un terreno da salvaguardare, visto che al suo interno vengono piantati semi destinati alla realizzazione di bio-carburanti.

1.000 sterline al mese e il viaggio in Nuova Zelanda – Lo stipendio, dopotutto, non è neanche male: 1.000 sterline (1.258 euro) al mese. E il mestiere, in fondo, risulta di gran lunga più dignitoso che pesare sulle casse del Welfare o di mamma e papà. I datori di lavoro di Jamie sono soddisfatti (“Jamie sta facendo un grade lavoro, la differenza si vede”) e anche lui non si fa problemi: “Non voglio fare lo spaventapasseri per sempre – ha dichiarato con una sana dose di autoironia -, ma almeno ho il tempo di pensare a cosa voglio fare nella vita“. E i soldi che sta risparmiando, ammette, serviranno per un viaggio in Nuova Zelanda. Se allo spaventapasseri di Oz mancava l’intelligenza, lo stesso non si può dire di questo coraggioso e arguto figlio della Terra d’Albione.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!