Catania: gru perde un gancio. Morto un passante

La tragedia è avvenuta solo poche ore fa e a darne notizia per primi sono stati alcuni quotidiani locali siciliani: in una paesino in provincia di Catania ha perso la vita un giovane ragazzo di 28 anni a causa di un fatale incidente avvenuto in un cantiere edile, nella periferia della città. Secondo le prime ricostruzioni dell’accaduto, il tragico incidente sarebbe stato una vera e propria fatalità: un passante, mentre passeggiava per le strade di Sant’Agati li Battiati è stato colpito e travolto da un gancio staccatosi da una gru che si trovava in un cantiere all’aperto.

La vittima del fatale incidente è un giovane ragazzo di 28 anni, Filippo Romeo, originario del posto. Secondo i carabinieri del comando provinciale di Catania, che sono intervenuti sul luogo dell’incidente per i rilievi e le indagini, la vittima stava passeggiando sul marciapiede per via Bologna, a Sant’Agati li Battiati,  tranquillamente, quando è stato schiacciato da un gancio di una gru che stava operando in un cantiere edile.  A quanto riportavano le prime ricostruzioni fatte da alcuni testimoni oculari, si pensava che il ragazzo fosse stato colpito da un carico di mattoni che si era staccato dalla gru, mentre, subito dopo le prime indagini e i primi rilievi sul posto, gli uomini del comando provinciale di Catania hanno accertato che la vittima è morta a causa di un gancio, a sua volta appeso ad una gru, che si è sganciato. Ancora ignote le cause del malfunzionamento della gru.

La vittima del fatale incidente, il ragazzo di 28 anni che ha perso la vita questo pomeriggio in un cantiere edile, è deceduta sul colpo. A nulla sono serviti, infatti i soccorsi sanitari del 118, chiamati celermente da alcuni operai che si trovavano sul cantiere. La vittima, Filippo Romeo, si era recato sul cantiere edile per andare a trovare un operaio, un suo familiare, e qui, fatalmente, ha trovato la morte. La Procura di Catania ha aperto un’inchiesta sul caso.