Napolitano difende Monti: Occorre continuare su questa strada

Sacrifici non siano vani – Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, intervistato dal quotidiano olandese NRC Handelsblad si dice molto fiducioso per il futuro del paese.
Occorre continuare sulla strada delle riforme intrapresa dal governo tecnico, ha detto Napolitano, ma soprattutto “non abbiamo fatto tutto quello che abbiamo fatto in questi ultimi dodici mesi per poi buttarne via i benefici. Se cambiassimo rotta adesso, a che pro sacrifici, tasse e riforme?”.
Solo in questo modo, infatti, continua Napolitano “siamo passati da una situazione d’emergenza ad una fase di stabilizzazione. Il premier Monti ha avviato una profonda fase di risanamento dei conti pubblici e ha varato una serie impressionante di riforme“.
Ma la crisi non è un problema tutto Italiano secondo il Capo dello Stato, e occorre maggiore integrazione al livello Europeo: “Più parliamo con un’unica voce europea, più contiamo. L’alternativa è di non contare affatto. Quando la storia ritorna sui suoi passi diventa archeologia. Non ci resta che avanzare nell’integrazione . Questo processo, graduale come è sempre stato, ci aiuta anche a riscoprire il nostro comune destino”. 

Il futuro del paese – Sul dopo Monti, Napolitano non si sbilancia, saranno gli Italiani a decidere: “Il voto è un esercizio fondamentale di democrazia che non può essere certo eluso. Il risultato elettorale è sempre e dovunque circondato da incognite. Dobbiamo avere fiducia nella saggezza dei nostri cittadini”.

Matteo Oliviero