The Apprentice: ha vinto Francesco Menegazzo

L’acqua cheta…così si è presentato Francesco Menegazzo durante le prime puntate del reality dell’anno: The Apprentice. Ma si sa che è proprio l’acqua cheta rompe i ponti e non sempre questo proverbio deve avere un’accezione negativa: pian piano il misurato Menegazzo ha mostrato le proprie doti al boss Flavio Briatore che, in zona Cesarini, gli ha chiesto di tirare fuori il proprio vero carattere e mostrarsi. E il ventinovenne trader bancario è risorto dalle ultime file, ha calpestato i cadaveri dei compagni, sempre con grande eleganza questo gli va riconosciuto, fino a vincere l’agognato contratto presso la corte dell’imprenditorissimo Flavio Briatore.

Medaglia d’argento per colui che, secondo svariati rumors, avrebbe dovuto essere il vincitore designato ovvero il self made man Matteo Gatti. Oggettivamente il bresciano, nonostante la grinta e l’esperienza più che ventennale nel campo dell’imprenditoria, aveva un deficit non facilmente ignorabile: la totale mancanza di conoscenza dell’inglese, questione trascurabile finché il proprio raggio di azione si estende, al massimo, verso il Canton Ticino, meno digeribile per una figura chiamata ad operare presso realtà internazionali. Inoltre, nonostante gli svariati pregi, il Gatti era forse eccessivamente “ruspante”…insomma, Menegazzo era oggettivamente il miglior giocatore in campo.