Dallas e Domenica Live: Mediaset cambia strada?

Dopo i primi insuccessi portati a casa da Dallas e dal contenitore domenicale Domenica Live, Mediaset pare aver già deciso di cambiare strada per cercare di rialzarsi dalle ceneri prima di cedere troppo pubblico alla concorrenza e tentare così di placare la cocente delusione.

Dallas. Dopo solo due settimane di messa in onda, in prima serata, Dallas è già stato sospeso e sostituito, tanto che già martedì prossimo, al suo posto, andrà in onda la pellicola intitolata Come un uragano. Mentre i più ottimisti ipotizzano che il telefilm sarà spostato su La5, i dirigenti Mediaset si leccano le ferite pensando ai soldi investiti per la campagna pubblicitaria che annunciava, a gran voce, l’arrivo di J.R e Bobby e che preparava il pubblico al grande ritorno cercando di accrescere la suspance e incuriosire i telespettatori.  Il tentativo, insomma, è fallito clamorosamente. Se negli anni Ottanta, nessuno non poteva non vedere Dallas ora il pubblico televisivo pare essere seriamente cambiato tanto che sono veramente pochi quelli che si sono effettivamente sintonizzati su Canale 5 per assistere alle nuove puntate. Con i dati Auditel a farla da padrone, sotto i comandamenti delle percentuali di share, era impensabile che l’ammiraglia del biscione potesse continuare ad accettare di racimolare dati così impietosi. Da 2.302.000 telespettatori per uno share che si aggirava intorno all’8.27% della prima puntata Dallas è riuscito a calare ancora raggiungendo solo 1.705.000 di telespettatori per uno share del 5.72%

Domenica Live. Schiacciata da Domenica In, o meglio da L’Arena di Massimo Giletti e dal programma condotto da Lorella Cuccarini, anche per Domenica Live, che ha raccolto l’eredità di Domenica Cinque, pare essere giunto il momento di un cambio. Nell’impossibilità di chiudere il programma, Mediaset potrebbe aver deciso di apportare alla trasmissione, anche se siamo solo ad inizio corsa, alcuni cambiamenti strutturali, per vedere di renderla più appetibile, ma soprattutto più adatta a rispondere alle esigenze dei telespettatori della fascia oraria in questione. Se nemmeno l’intervista in esclusiva a Nicole Minetti e quella a Formigoni, pronto a querelare il conduttore Alessio Vinci, hanno fruttato a Canale 5 i telespettatori desiderati, proprio mentre la concorrenza batte ogni aspettativa portando nelle case degli italiani gli stessi contenuti, proponendo cioè gli stessi temi di attualità, qualcosa sembra proprio non quadrare tanto da portare Lucio Presta, a scrivere a Fabio Pastrello, autore di Domenica Live un cinguettio sul noto social network, Twitter, in cui afferma: “Tra poco arriva la tua conduttrice preferita a DL e vedrai che tutto si aggiusta. Sii felice”. Consolati, quindi, dalla possibilità di un cambiamento, ma soprattutto incuriositi dall’eventualità di dover salutare la coppia in essere al programma, i telespettatori, ora, attendono con ansia la puntata di domenica 28 ottobre.