Il limone, rimedio naturale contro coliche e calcoli renali

Bere mezzo bicchiere di succo di limone al giorno previene coliche e calcoli renali: a sostenerlo è uno studio recente dell’Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri di Bergamo, che agli inizi di ottobre ha presentato i risultati della ricerca avviata nel 2008. Tra i tanti effetti benefici dell’agrume profumato si aggiunge dunque anche quello di curare, come un vero medicinale, la calcolosi renale: ciò è possibile grazie all’alta concentrazione di citrato di potassio, circa 42, 900 grammi al chilo. Gli stessi medicinali per la cura dei calcoli dei calcoli renali contengono il citrato, ma in questo caso il limone è consigliato in quanto rimedio naturale privo di controindicazioni:  i farmaci comunemente utilizzati comportano infatti effetti collaterali non tollerati da quasi un terzo dei pazienti.

Siamo di fronte a una grande notizia – spiega Giuseppe Renuzzi dell’Istituto Mario Negri – considerando che la calcolosi renale, o da ossalato di calcio, è un problema molto diffuso nel nostro Paese, con oltre 6,5 milioni di persone toccate da questa patologia”. Il 18% degli italiani soffre infatti di questo disturbo, che molto spesso si presenta come recidivo: una volta esportati, i calcoli renali tendono a riformarsi in un paziente su tre, in un arco temporale che va dai 2 ai 5 anni. Il monitoraggio ed una dieta particolare, che a questo punto prevederà anche un’ottima spremuta di limone, aiutano nella prevenzione di questo doloroso disturbo.