Ris Roma 3 riassunto: la malattia del Lupo

Cosa è successo nell’ultima puntata di Ris Roma 3 di mercoledì 24 ottobre, puntata che è andata in onda su Canale 5 e che, sfortunatamente, ha dovuto cedere il passo, per quanto riguarda i dati Auditel, alla rivale fiction su Rai 1? Il capitano Lucia Brancato (Euridice Axen) e il capitano Ghirelli (Fabio Troiano) come hanno portato avanti le indagini riguardanti la Banda del Lupo? Come sta Bartolomeo Dossena (Marco Rossetti) dopo che il Lupo (Marco Basile) gli ha sparato un colpo in testa?  Lasciati con questi interrogativi dalla fiction prodotta da Taodue, per la regia di Francesco Miccichè, i telespettatori, ieri sera, hanno potuto sciogliere alcuni nodi e scoprire, assieme agli inquirenti, che il pericoloso criminale a capo della temutissima Banda è malato.

In assenza di cadavere. Nel primo episodio intitolato In assenza di cadavere il team del Ris, preoccupato per le sorti del collega, Bart, ricoverato in gravi condizioni ed indotto, dopo l’operazione in  coma farmacologico, ha dovuto continuare a svolgere il suo dovere cercando di non perdere le preziose informazioni raccolte riguardanti la Banda e risolvere i nuovi casi. Da un lato quindi il Ris si è impegnato ad analizzare le carte dell’Avvocato Anita Cescon (Serena Rossi) cercando di intuire le mosse del Lupo e prevenire il possibile attacco riuscendo, così, a sventare una rapina in banca, ma non a catturare  Lupo, Maiale, Scimmia e il Pavone anche dopo averli inseguiti fino a perdere il fiato, ma facendo, forse, una scoperta chiave. Il Lupo è veramente malato? Come mai nel video cammina appoggiandosi alla sua ragazza, ovvero ad Anita? Come mai alcuni testimoni possono giurare di averlo visto prendere con le mani qualcosa di ardente e non fare una piega? Sull’altro versante Ghirelli e parte della squadra hanno indagato anche sul caso riguardante delle tracce ematiche rilevate in una villa  appartenente ad giovane ragazza, di soli diciassette anni, che era stata gravemente ferita.  Come al solito alle indagini si sono intrecciati i problemi personali dei vari protagonisti con Serra geloso del Dottor Greco ed esasperato dalla Brancato e Ghirelli alle prese con il ritorno di un padre che non ha mai veramente conosciuto e con cui non ha mai vissuto.

Il proclama. Nel secondo episodio, Il proclama, Bart, per la gioia di tutti, si è svegliato dal coma farmacologico, ma le sue parole hanno seriamente impensierito il capitano Brancato che per ora ha deciso di soprassedere ma che comunque è rimasto con il dubbio che qualcosa non sia andato come dovrebbe. Orlando Serra (Simone Gandolfo), in preda ad una fortissima gelosia è arrivato a lasciare l’amata Lucia che, confermando ogni sua paura, lo ha poi tradito con il  Dottore durante una serata in cui il suo ex mentore l’ha invitata a cena a casa sua. Occupati a risolvere il mistero dell’uccisione di un barbone i Ris si sono dovuti continuare ad occupare della Banda del Lupo cercando di scoprire quante più cose possibili sulla malattia del capo band, ma soprattutto cercando di prevedere la mossa successiva. Mentre, però, i carabinieri si trovavano all’aeroporto, pensando che i criminali volessero allontanarsi dall’Italia, la Banda ha fatto irruzione all’interno di uno studio televisivo durante la messa in onda di un programma in cui partecipava come ospite lo stesso Dottor Greco. Il capitano Brancato, che stava guardando il programma in diretta dal suo ufficio, ha potuto così assistere all’assalto e vedere il Pugliese puntare la pistola alla testa del Dottore fino a quando Scimmia non ha sapientemente sfumato le immagini lasciando i carabinieri nella più completa suspance.