Lazio, pressing del governo: Decidere la data delle elezioni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:13

La nota del governo – La Regione Lazio, dopo le dimissioni della Polverini, dovrà andare al voto al più presto. E’ questa la richiesta formulata dal governo durante il Consiglio dei Ministri di oggi.
Il governo, infatti, ha manifestato “l’auspicio che la data delle elezioni amministrative per il Consiglio regionale del Lazio sia fissata dal Presidente della Regione al più presto, in armonia con il parere espresso dall’Avvocatura Generale dello Stato: 90 giorni dallo scioglimento del Consiglio”.
Anche l’opposizione chiede a gran voce le elezioni immediate: “La Polverini si concentri sulla data del voto. I tacchi a spillo e le borse glieli portiamo noi sotto la Regione domani se non piove, purché indichi subito la data delle elezioni“, ha affermato Pedica dell’Italia dei Valori. “Quanti soldi dovremo spendere ancora inutilmente per mantenere un Consiglio sciolto da un mese che non può legiferare? Non è bastato mandare in fumo già 10,3 milioni , o meglio 346 mila euro al giorno, per un’Aula vuota che non ha prodotto alcun provvedimento? Visto che la Polverini oramai è impegnata solo a fare shopping e a sfornare delibere per gli amici, mi auguro che presto intervenga il governo per mettere fine a questa farsa. Chiarisca una buona volta per tutte se il Lazio deve andare a votare con 70 o 50 consiglieri. La spending review si fa anche evitando di pagare fior di stipendi a consiglieri che da un mese se ne stanno con le mani in mano“.

Matteo Oliviero