RealTouch: l’oggetto che promette di trasformare il sesso virtuale in esperienza sensoriale

Sullo schermo una donna compie delle evoluzioni degne del miglior Kamasutra; davanti allo schermo, un uomo con uno strano aggeggio sul fallo riceve gli impulsi che le azioni di quella donna dovrebbero suscitare su di lui. Sembra uno scenario assurdo e futuristico, e invece è quanto promette un oggetto ora sul mercato. Lo strano aggeggio in questione si chiama RealTouch, ed è un device per uomini che – collegato al computer con un cavo Usb e “indossato” tramite un apposita fessura, che ricorda l’organo genitale femminile – promette di regalare agli uomini le esperienze sensoriali che vedono riportate sullo schermo.

Esistono oltre mille video porno (sia etero che gay, con attori e attrici professioniste) sincronizzati con RealTouch, ma non è tutto: c’è anche un network di ragazzi e ragazze dotati di JoyStick – l’accessorio complementare, di forma fallica – pronti ad allietare i possessori del piccolo oggetto di piacere, davanti ad una webcam (ovviamente, a pagamento). RealTouch, infatti, è anche in grado di riprodurre le evoluzioni effettuate dall’altra parte di una webcam: a baci, carezze e massaggi di vario tipo, effettuati dalle persone armate di JoyStick, corrispondono altrettanti stimoli sul device.

RealTouch si stringe, si allarga, si bagna e si scalda in base al principio action, reaction, satisfaction, ideato da un ex-ingegnere della Nasa, ed è disponibile al prezzo di 330 dollari (ma non mancano, di tanto in tanto, offerte varie), nella confezione che include anche Dvd e lubrificanti. Che sia questa la nuova frontiera del sesso virtuale?