Jessica Biel e Justin Timberlake: le nozze rovinate da un regalo di dubbio gusto

Sono una delle coppie più ammirate dello star-system: giovani, belli, talentuosi e con un grande futuro – privato e professionale – davanti. A Jessica Biel e Justin Timberlake, in apparenza, non manca proprio nulla. Ora, a coronare il loro sogno, sono arrivate anche le nozze. Ma a quanto pare c’è giù una ventata di polemica per un fatto a dir poco increscioso occorso durante il loro ricevimento nuziale. Sembra infatti che Justin Huchel, amico della coppia, abbia preparato in regalo un classico video di auguri per i novelli sposi dal gusto a dir poco dubbio. Il video in questione, infatti, mostrava una serie di senzatetto, drogati e clochard, che auguravano alla coppia una felice e sana vita insieme.

Le polemiche degli internauti – La goliardata è saltata all’occhio soprattutto per il contesto in cui è avvenuta: nel pieno di un matrimonio costato circa 6,5 milioni di dollari. Il sito Gawker è entrato immediatamente in possesso del video e lo ha pubblicato on-line, per poi ritirarlo poche ore dopo, a seguito di minacciose ingiunzioni dei legali della coppia. Il video però è rimasto on-line abbastanza da scatenare i commenti polemici di milioni di internauti, che hanno trovato davvero di cattivo gusto un simile sbeffeggiamento della povertà da parte di persone ricche e privilegiate.

Le scuse di Timberlake – Nonostante non avesse colpe dirette, Justin Timberlake si è sentito in dovere di scusarsi pubblicamente, con una lettera postata sul suo sito ufficiale: “sono profondamente dispiaciuto per chiunque si sia sentito offeso dal filmato – ha scritto -. Non ne ero a conoscenza e non ho contribuito alla sua realizzazione, ma capisco la reazione e, per associazione, mi ritengo responsabile“. E, dopo aver chiarito che il filmato non è mai stato proiettato al suo matrimonio, l’attore e cantante ha difeso l’autore del video: “Chiaramente si è trattato di un errore di giudizio, ma non credo sia stato fatto con l’intenzione di essere indelicato. Penso che sia stato fatto per scherzare sul fatto che non avevo così tanti amici presenti al mio matrimonio (il che, se ci pensate, è piuttosto divertente)“.