Cesare Cremonini in concerto a Milano: delirio al Forum (foto)

Ieri sera il Forum di Milano ha accolto a braccia spalancate il cantautore Cesare Cremonini. Un pubblico davvero trasversale quello del cantautore bolognese che ha letteralmente stregato e scatenato i propri fans. Cremonini ha alternato sapientemente i pezzi del nuovo disco ai suoi successi più noti che, ovviamente, erano costantemente bramati dai presenti. Non è affatto facile avere una posizione chiara circa questo interprete in quanto, per quanto sia innegabile una certa faciloneria nei testi (soprattutto quelli passati) e in alcuni arrangiamenti, Cremonini ha una forma di talento innegabile. Per prima cosa è un ottimo performer e non prende più neppure una stecca nonostante si muova con grande passione sul palco. Insomma, Cesare è andato a scuola e si è raffinato. Non poco.

Osservandolo esibirsi si nota in lui l’autentica commozione e gratitudine verso la vita che l’ha portato a riempire il Forum d’Assago e vedere, letteralmente ai propri piedi, uno dei pubblici più temuti e snob d’Italia: ovvero quello meneghino. Ci crede, ci crede al punto da essere contagioso, ci crede e mentre lo ascolti ti porta a ricrederti, senza spocchia. Così, seduta tra una signora sui cinquanta che conosce ogni strofa che il Cremonini ha creato e una coppia di graziosi fidanzati che si abbracciano come criceti, mi trovo a fare i conti con la realtà.

E’ cresciuto il ragazzo di 50 special e tutti i miei pregiudizi non se li merita più, se non si fosse speso in un percorso di crescita professionale sensibile e se non avesse talento, ma soltanto una grossa botta di fortuna nell’azzeccare, circa 14 anni addietro, una canzonetta estiva, si sarebbe estinto in pochi mesi. Invece Cesare, ormai credibile trentenne on stage, è riuscito a fare il musicista: le sue creazioni possono piacere o meno, però è tempo di riconoscergli la professionalità che si è conquistato. E quanta passione, quanta vita trasuda mentre, cantando, non riesce mai a fare a meno di sorridere.

Per tutto il resto parla il pubblico: ci ha provato, seduto al pianoforte, ad intonare una delle canzoni più amate dai fans qual’è “Vorrei“, non ci è riuscito, tutto il forum cantava con lui, sopra di lui: a Cremonini non è restato che accompagnare i fans al pianoforte e, al termine della “loro” esecuzione, alzarsi ed applaudire visibilmente commosso. Migliaia di persone ricambiano l’applauso, fra queste ci sono pure io: miscredente ricreduta sulla Via di Damasco.

Fotografie di Pier Luigi Balzarini