Inter, Stramaccioni fa il modesto: “Vinciamo? Merito dei giocatori”

Andrea Stramaccioni fa il modesto. Dopo il successo di Bologna, il settimo consecutivo tra campionato ed Europa League, il tecnico dell’Inter prova a schivare i tanti elogi piovuti sulla sua testa nelle ultime settimane: “Se vinciamo il merito è dei giocatori. Io sto solo cercando di fare la mia parte: posso avere tante idee, ma sono sempre i calciatori che le mettono in pratica“. Sul campo del Dall’Ara, a quanto pare, la squadra ha fatto le cose per bene: “Abbiamo sofferto gli avvii di entrambi i tempi, quando il Bologna ha messo grande agonismo e grande voglia – ammette l’allenatore nerazzurro –. Tolti quelli, l’Inter mi è piaciuta molto. Siamo sempre stati quadrati e compatti, concedendo pochissimo: abbiamo fatto una grande partita“.

Grande crescita – Le reti di Ranocchia, Milito e Cambiasso hanno permesso ai nerazzurri di centrare l’ottava vittoria esterna di fila. Stramaccioni non nasconde la propria soddisfazione: “Abbiamo fatto dei passi avanti, sono molto contento di questa crescita: è un segnale di grande compattezza, significa che i miei sono concentrati e molto motivati“. Ieri il tecnico aveva preannunciato l’utilizzo di Cassano dal 1′, oggi lo ha fatto partire dalla panchina: “Avrei voluto farlo giocare in coppia con Milito, ma nella rifinitura ha avuto un problema alla cervicale e sono stato costretto a rivedere i miei piani“, spiega il tecnico nerazzurro. Tutto è bene quel che finisce bene, l’Inter continua a volare: “Sono orgoglioso di essere l’allenatore di questa squadra: voglio dimostrare che il presidente non ha fatto una pazzia troppo grossa scegliendo me“.