Roma: cassonetti rovesciati e lancio di petardi al No Monti day

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:10

Cassonetti rovesciati, lancio di petardi e vernici colorate lanciate contro le banche sono stati il bilancio del No Monti day organizzato ieri a Roma. La città è rimasta blindata tutto il giorno e solo intorno alle 19 la situazione è tornata alla normalità: fin dal mattino la tensione era altissima, tanto quanto il timore che si ripetesse il disastro dell’ottobre dello scorso anno. Nonostante gli agenti impiegati e il percorso prestabilito per la manifestazione, molti ragazzi dei centri sociali, accompagnati da altri incappucciati, con ogni probabilità appartenenti alla frangia dei black bloc, si sono staccati improvvisando un corteo selvaggio.

Il gruppo di manifestanti, una volta imboccata via Merulana ha compiuto blitz contro tre filiali di banca, imbrattando le vetrine con vernice, uova e bottiglie. Al Monte dei Paschi hanno scritto in rosso «bancarotta», e un writer ha disegnato un black bloc che lancia un sasso. Stessa sorte è toccata anche alle filiali di Unicredit e di  Intesa San Paolo. Poi si sono diretti verso la tangenziale in direzione Tiburtina, dove hanno bloccato per un po’ la bretella che porta all’autostrada A 24. Successivamente sono tornati sulla Tangenziale est, in direzione San Giovanni, bloccando nuovamente il traffico sulla carreggiata opposta, lanciando bombe carta e fumogeni sulla strada sottostante.

Sempre sulla via Merulana un cassonetto è andato a fuoco dopo il lancio di petardi effettuato da alcuni manifestanti. Decine di carabinieri e agenti di polizia presidiavano intanto piazza San Giovanni, dove, dopo ore di tensione il corteo selvaggio è terminato, intorno alle 19. Parole di lode da parte del sindaco Alemanno nei confronti del questore di Roma che ha saputo gestire la situazione in maniera eccellente evitando il verificarsi di incidenti gravi e di seri problemi alla città. Anche le misure preventive hanno dato un ottimo risultato: già dal mattino infatti erano state fatte rimuovere tutte le auto parcheggiate lungo il percorso del corteo e i cassonetti che avrebbero potuto fornire occasioni distruttive ai manifestanti.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!