Chi l’ha visto? anticipazioni: Angela e i quattro sub di Palinuro

Federica Sciarelli, con un occhio rivolto agli ultimi aggiornamenti dei vari casi di cronaca di cui Chi l’ha visto? si occupa, sta mettendo a punto la puntata che andrà in onda domani sera, mercoledì 31 ottobre, alle 21:05, su Rai 3. La conduttrice e giornalista si dedicherà soprattutto, come si vede nel video del promo della puntata, al caso di Angela, scomparsa circa vent’anni fa alla giovane età di quattordici anni proprio mentre una sera doveva rincasare. I genitori la stanno ancora aspettando tanto che lo stesso padre, ai microfoni degli inviati dice: “Dopo tanti e tanti anni mia figlia ce l’ho sempre davanti”. Cosa sarà successo? È possibile dare una risposta a questi genitori? Successivamente, però si occuperà anche della tragica vicenda dei quattro sub morti nella grotta degli Occhi a Palinuro lo scorso 30 giugno durante un’immersione. La domanda che ora, tutti si fanno, e che la trasmissione cercherà di ripetere più volte riguarda la sicurezza della grotta. Vi erano regole da seguire? Come mai non c’era la giusta segnaletica?

Da Twitter. Sulla pagina Twitter del programma si leggono poi alcune notizie di casi di cui è impossibile che la Sciarelli non menzioni in diretta. Vi è infatti il lieto annuncio del ritrovamento della ragazza tedesca scomparsa da Bonn in Germania e rintracciata a Verona.  Altro aggiornamento riguarda, invece, il caso di Serena Mollicone. Sul suo omicidio indagheranno ora i carabinieri del Racis di Roma che dovranno estrarre l’impronta digitale dalla ricevuta della visita orto-panoramica della studentessa di Arce, e dall’impronta trovata sul nastro utilizzato per legare Serena e compararlo con quello dei sei indagati e di altre persone presenti nella Banca Dati.

Dalla cronaca. Per le notizie di cronaca, in quest’ultima settimana, ovvero nel tempo trascorso dall’ultima puntata del programma, vi sono parecchie novità. Salvatore Parolisi è stato condannato all’ergastolo per l’omicidio di Melania Rea. Il militare ha perso inoltre la patria podestà sulla figlia Vittoria. Il processo per l’omicidio di Sarah Scazzi, invece, è stato re-inviato al prossimo 20 novembre e si attende di sapere se i quattro quaderni di Misseri, presentati dall’avvocato Franco Coppi, difensore di Sabrina Misseri, verranno accettati. Per quanto riguarda, invece, il caso di Roberto Straccia la Procura della Repubblica di Pescara, che ritiene che il giovane sia caduto in mare volontariamente o accidentalmente, ha chiesto l’archiviazione dell’indagine.