Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Moglie di Bersani multata da vigile: “Lei non sa chi sono io”

CONDIVIDI

“Lei non sa chi sono io”. La frase che tanto ha reso celebre il Principe Antonio De Curtis, in arte Totò, e il ‘vigile’ Alberto Sordi, sembra sia costata cara, invece, alla moglie del segretario del Partito Democratico Pier Luigi Bersani. Sembra, infatti, secondo una storia raccontata dal settimanale Chi, che uscirà domani in edicola, che Daniela Ferrari, moglie del leader del Pd, abbia così risposto ad una vigilessa che stava multando la sua macchina mentre si trovava in divieto di sosta a Ponte dell’Olio, piccolo centro in provincia di Piacenza.

Multata la moglie di Bersani – Secondo la ricostruzione del fatto, la signora Daniela Ferrari, in Bersani, che si era fermata a fare acquisti in una profumeria di fiducia, aveva lasciato la sua autovettura alla stessa altezza, ma sul lato opposto, di un’altra macchina già parcheggiata in precedenza, per la fretta di entrare nel locale commerciale. Il risultato è stato il traffico paralizzato nella centralissima via Veneto, in località Ponte dell’Olio, in provincia di Piacenza, con conseguenti proteste degli automobilisti. Secondo la testimonianza di alcuni testimoni, all’arrivo della polizia municipale e all’inflessibilità di una vigilessa che, compiendo il suo dovere, stava stilando una multa, la signora Bersani avrebbe pronunciato la fatidica frase, lasciando tutti senza parole: “Lei non sa chi sono io”.

La smentita da parte di Daniela Ferrari – Poche ore dopo è stata la stessa Daniela Ferrari a smentire tutto l’accaduto, con una dichiarazione rilasciata al quotidiano on line Piacenzasera.It: “Non ho mai pronunciato la frase che mi attribuisce “Chi”, in realtà quando ho visto la vigilessa accanto alla mia auto, che mi faceva notare di essere in divieto di sosta, ho detto ‘mi scusi, non lo sapevo’. Ho chiesto di poter ultimare il pagamento dell’acquisto che avevo fatto nella profumeria, ma il bancomat ha ritardato l’operazione. Quando sono uscita di nuovo vicino alla macchina ho trovato un gruppo di persone, richiamate lì da qualcuno, che mi attendeva, una sorta di claque pronta ad applaudire. Una scena veramente brutta. Ho preso la multa e la sono andata a pagare subito dopo all’agenzia della banca di Bettola”.

Scarica l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram