Scegliere il rossetto giusto in base al colore dei capelli

Ad ogni donna il suo rossetto! Irrinunciabile alleato di bellezza, il rossetto è tra i cosmetici più amati dalle donne ed il motivo è semplice: esso non soltanto svolge la funzione per la quale è nato, cioè colorare ed evidenziare le labbra, ma fa tutto ciò conferendo alla donna straordinaria eleganza e sensualità. Non tutte però sanno  che un rossetto, o meglio una tonalità, non è per tutte: la nuance da preferire va infatti scelta in base ad una serie di variabili, quali carnagione, colore di capelli ed effetto desiderato. Must assoluto è il rosso, mai demodé e alla portata di tutte, salvo labbra particolarmente grandi, che potrebbero risultare volgari.

Per le rosse, in genere dalla carnagione candida, sono consigliate tonalità chiare, come corallo o pesca, se si vuole mantenere un look nature; se invece si vuole osare, meglio un rosso intenso abbinato ad un make up occhi delicato.

Le bionde hanno invece una più ampia possibilità di scelta: chi vuole per esempio ottenere l’effetto bambola, potrà optare per un diverse tonalità del rosa, con tendenza al fragola. Modello per le bionde platino è Marilyn Monroe, indimenticabile nel suo rosso classico: consigliati sono infatti il rosso rubino intenso mat e il bordeaux.

Infine arrivano i consigli per le more, per le quali è bene valutare l’incarnato. Se la carnagione è molto chiara, meglio un rossetto aranciato per un effetto retrò e delicato; ovviamente c’è chi, come Dita Von Teese, ama il look d’impatto e a capelli corvini e carnagione di porcellana accosta nuance molto scure. Per le tipiche more mediterranee meglio affidarsi a tonalità molto scure, spaziando su ciclamino, ciliegia, rosso fuoco e porpora.