Ddl Corruzione, la Camera vota la fiducia. Oggi il voto definitivo

Con 460 voti a favore, il governo incassa la fiducia sul provvedimento anti corruzione. Oggi alla Camera è previsto il voto definitivo sul testo già approvato dal Senato.
Nessun problema per il governo, nessun colpo di scena dopo l’avvertimento di Berlusconi, Mario Monti incassa una fiducia quasi unanime, con 460 sì, 76 contrari e 13 astenuti. Il governo torna quindi sopra i 400, cosa che non accadeva dalla scorsa estate.  
Non poteva essere altrimenti, visto che il Pdl ha espresso parere favorevole sul provvedimento che tra l’altro porta anche la firma di Angelino Alfano.
Favorevole al provvedimento anche il Partito Democratico: “Questa legge comincia nelle condizioni parlamentarmente e politicamente possibili un cammino che il Pd si impegna a completare con altri provvedimenti nella prossima legislatura“, ha ricordato Guido Melis, firmatario della legge e deputato del Pd.
Contrari alla fiducia ma favorevoli al provvedimento i deputati leghisti: “Votiamo no alla fiducia al governo, ma voteremo a favore del ddl anticorruzione, perché piuttosto che niente è meglio piuttosto“.
Contrari alla fiducia e al provvedimento i deputati dell’Idv: “Lo avremmo voluto votare con convinzione, se fosse stato davvero un provvedimento per contrastare la corruzione” fa sapere dice Federico Palomba, capogruppo di Italia dei Valori in commissione giustizia alla Camera.
Il voto finale è previsto per oggi.

Matteo Oliviero