Atalanta-Napoli 1-0, Mazzarri amaro: “Sconfitta immeritata”

Una sconfitta che fa male. Il Napoli esce con le ossa rotte dall’Atleti Azzurri d’Italia di Bergamo, subisce il sorpasso in classifica dell’Inter e vede scappar via la Juventus, ora a +6 sui partenopei. Al termine della partita, Walter Mazzarri mastica amaro per una sconfitta a suo dire immeritata: “Abbiamo fatto 7-8 tiri in porta, mentre lAtalanta ha fatto il gol e poi ha avuto solo un’altra occasione – l’analisi del tecnico toscano –. Abbiamo provato in tutti i modi a riequilibrare il risultato, ma la palla non voleva entrare“. L’allenatore del Napoli è rammaricato soprattutto per la palla gol capitata sui piedi di Hamsik: “Marek ha avuto un’occasione clamorosa, che in genere realizza: se avessimo segnato in quel momento sono convinto che avremmo vinto“.

Cavani, assenza che pesa – Lo splendio destro al volo di Carmona ha condannato il Napoli alla terza sconfitta nelle ultime quattro partite. Ieri sera l’assenza di Cavani si è fatta sentire, ma Mazzarri non si scompone: “Speriamo che possa giocare la prossima. Abbiamo provato fino all’ultimo momento, ma è infortunato: gli ho dato carta bianca, chiedendogli se se la sentiva, e il ragazzo ha detto che avvertiva ancora qualche fastidio“. In rosa sembra mancare un sostituto del Matador. Insigne, in campo già domenica sera contro il Chievo, ha caratteristiche diverse: “Ma io sono abituato ad allenare quello che la società mi mette a disposizione – spiega il tecnico partenopeo –: le mie considerazioni, se devo farle, le faccio alla società“. Quello che conta, secondo Mazzarri, è che il Napoli stia crescendo: “Abbiamo sette punti in più rispetto all’anno scorso: questo vuol dire che stiamo facendo grandi cose“.

http://www.youtube.com/watch?v=UKenOzeR3qo&feature=plcp