Beppe Grillo: “Di Pietro, uomo giusto per il Quirinale”

Le idee di Beppe Grillo, si sa, creano sempre un grande scalpore e non mancano di certo di originalità. Così, quando questa mattina il comico genovese ha espresso la sua opinione sul possibile sostituto di Giorgio Napolitano per ricoprire il ruolo di Presidente della Repubblica italiana, molti sono stati i commenti giunti.

Antonio Di Pietro al Colle – “Antonio Di Pietro è l’uomo giusto per il Colle. È l’unico in Parlamento che si è opposto in tutti questi anni al Berlusconismo ed è un uomo onesto”. Queste sono le parole che il ‘megafono’ del Movimento 5 Stelle, forte del risultato ottenuto dal suo movimento e dal suo candidato Giancarlo Cancelleri alle elezioni regionali siciliane di pochi giorni fa, ha scritto sul suo blog, riferendosi al leader dell’Italia dei Valori, Antonio Di Pietro.

Gli errori di Di Pietro – Di certo il comico genovese Beppe Grillo non ha mancato di sottolineare gli errori che il leader dell’Idv ha commesso dopo la nascita del suo partito: “Antonio Di Pietro ha commesso degli errori, ha inserito nel suo partito persone impresentabili come De Gregorio e Scilipoti, ha evitato, per scelte forse tattiche, prese di posizioni nette su Tav e G8, ma lui solo in Parlamento ha combattuto il berlusconismo”.

Di Pietro unico a combattere il berlusconismo – Secondo Beppe Grillo, il merito di Di Pietro sarebbe dunque quello di aver combattuto da solo in Parlamento il berlusconismo “con armi spuntate, con una truppa abborracciata tenuta insieme unicamente dalla sua testardaggine e caparbietà. È sempre stato un isolato, mal sopportato dai pdmenoellini e odiato da tutti gli altri. Ha confuso talvolta la politica con la realpolitik e cercato un compromesso impossibile con partiti corrotti e in via di estinzione. Si è fidato troppo di persone a lui vicine, di signor nessuno che ne hanno sfruttato la popolarità assecondando in modo acritico ogni sua richiesta”.