Chievo-Pescara 2-0: Corini esulta, Stroppa rischia

Boccata d’ossigeno per il Chievo targato Eugenio Corini, che tra le mura domestiche sconfigge per 2-0 il Pescara inguaiando il tecnico Stroppa. Il match si trascina senza reti per 70 minuti, dopo i quali i padroni di casa infilano un 1-2 micidiale: prima passano in vantaggio col rigore trasfermato da Luciano, poi Stoian ribadisce in rete una pessima conclusione del francese Thereau. Corini non può che gioire per 3 punti fondamentali: “E’ stata una vittoria importante e meritata, abbiamo interpretato bene la gara e sono molto contento per i ragazzi. Daremo il massimo anche a Milano, anche se sarà difficile. Vogliamo fare risultato“.

Esonero – Chi invece non ha proprio niente per cui esultare è Stroppa: il tecnico abruzzese vive un momento molto difficile e la scelta di portare la squadra in ritiro ne è la prova. Tuttavia, ai microfoni della RAI, non traspare la voglia di lasciar affondare la barca: “Starò in panchina fino a domenica, poi vediamo cosa succederà. Io resto qui finché non mi tolgono. Sul match questo il suo commento: “Fino al rigore non avevamo subito tanto. Era una gara che poteva essere decisa da un episodio e così è stato. Sicuramente ha inciso in maniera determinante l’espulsione di Romagnoli, che ritengo molto discutibile. Sarebbe stato sicuramente più facile giocare in 11 contro 11“.

http://www.youtube.com/watch?v=NBk4ZQCgSAg