E’ finito l’orario di lavoro e l’aereo torna indietro

L’incredibile vicenda, come l’ha definita lo stesso comandante dell’aereo, è avvenuta tra Trondheim e Mosjoen, in Norvegia, dove a quanto pare le regole sugli orari di lavoro non potrebbero esssere più rigide. L’aereo, di proprietà della Scandinavian Airlines ma in servizio presso una compagnia regionale, la Wideroe, stava atterrando a Mosjonen, ma dato che il turno dell’equipaggio era quasi finito, il comandante alla guida del velivolo è stato costretto ad una decisione a dir poco insolita: interrompere l’atterraggio, fare dietrofront e tornare ben poco allegramente a Trondheim. I passeggeri, ovviamente rimasti sbigottiti, non hanno potuto fare altro che adattarsi.

Il caso è stato diffuso dal quotidiano locale Rana Blad, al quale un portavoce della compagnia ha spiegato che “non è possibile sforare gli orari di lavoro, perchè le regole sono molto severe”. L’aereo, ha aggiunto “purtroppo era partito quando l’equipaggio stava per finire il turno”. A rendere ancora più incredibile la decisione del comandante ci sarebbe un’ulteriore elemento. Tornare indietro, a quanto pare è stata la via migliore per limitare i danni. Se fossero atterrati, l’aereo avrebbe dovuto necessariamente attendere un equipaggio di ricambio, sarebbero così saltati tutti i voli programmati in serata. L’inconveniente avrebbe riguardato oltre 200 passeggeri.