Bergamo: dirigente medico giocava a tennis durante i turni

Un dirigente medico di Bergamo è stato denunciato dalla Guardia di Finanza, perché scoperto a giocare a tennis durante il turno in ospedale. Il medico sarebbe stato incastrato dai filmati dei finanzieri, ripreso quando risultava ufficialmente in servizio in ospedale, mentre in realtà operava sulla terra rossa, tra racchette e palle da tennis. Secondo le indagini svolte dal comando provinciale della Guardia di Finanza, il dirigente si assentava dal luogo di lavoro per decine di ore, attestando la presenza sul luogo di lavoro avvalendosi di indicazioni e timbrature manuali, anziché del badge elettronico, difficilmente alterabile.

Il dirigente è stato denunciato e dovrà rispondere delle accuse di falso, truffa aggravata ai danni di un ente pubblico e false attestazioni e certificazioni, inoltre è stata inviata una segnalazione per danno erariale alla Procura Regionale, e una alla struttura sanitaria nella quale il medico presta servizio, al fine di poter prendere i provvedimenti disciplinari del caso.

L’avvocato del medico ha annunciato che il suo assistito “ha intenzione di dimettersi, per chiarire alla magistratura la sua posizione”. Alle indagini avrebbero collaborato anche i vertici degli ospedali Riuniti di Bergamo, che in mattinata hanno deciso di convocare la commissione disciplinare per decidere i provvedimenti da attuare alla luce della condotta del medico, anche se, vista l’intenzione del dirigente di dimettersi, non vi sarà bisogno di alcun intervento al riguardo.