Da rifiuti a gioielli, gli eco-bijoux del Museo del Riciclo

Immaginate se tutto ciò che intendete buttare un giorno si trasformasse in qualcosa di prezioso, come un bijoux? Questa è l’idea che ha ispirato il Museo del Riciclo, portale web che si occupa della gestione di RAEE (rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche), il quale ha creato al suo interno proprio una sezione dedicata agli eco-gioielli. I monili, da collane a bracciali, anelli, spille, gemelli, sono progettati da giovani designer creativi riciclando materiali ormai destinati alla discarica. Da qui prende vita ad esempio il collier Crazy Type, realizzato con parti di tastiera, oppure gli orecchini Auricolari, e poi ancora i colorati anelli che sostituiscono a costose pietre  preziose dei coloratissimi bottoni. A fare da apripista alla sezione degli eco-gioielli è la collezione byLudo, ideata dalla giovanissima designer Ludovica Cirillo.

Non soltanto materiali prodotti dall’elettronica, ma anche vecchie cravatte, tappezzeria di vario genere, colli di bottiglia, posate. Tutto ciò che pensavate non potesse più essere utile si fa arte, e non solo… “I rifiuti– spiega il presidente di Ecolight, Walter Camarda– “acquistano nuova vita diventando oggetti preziosi e di tendenza. Ma soprattutto diventano espressione dell’importante messaggio di cui, attraverso il museo del riciclo, ci facciamo portatori: è possibile dare una nuova vita ai rifiuti semplicemente riciclandoli”.