Grecia: “Lista Lagarde”, si indaga sui politici

Alla ricerca degli evasori fiscali, il Parlamento greco ha deciso di indagare sulle responsabilità legate alla questione “Lista Lagarde”. La lista consiste in un elenco di oltre 2 mila nominativi di cittadini greci che hanno conti bancari segreti in Svizzera. Su questi conti esteri risulta che non sono mai state pagate le tasse in Grecia e i magistrati stanno indagando sulla possibile implicazione di alcuni politici. A tal proposito è stato chiamato il Parlamento a condurre un’ inchiesta approfondita sulle responsabilità degli uomini politici e sul mancato utilizzo della lista per la ricerca di evasori fiscali.

I nominativi della “Lista Lagarde” erano contenuti in un cd consegnato nel 2010 dall’ex ministro delle Finanze francese Christine Lagarde, ora direttore dell’Fmi, al ministro greco delle Finanze Giorgos Papacostantinou. Il cd con i nominativi degli evasori fiscali è però misteriosamente scomparso nel nulla fino alla recente ricomparsa della “Lista Lagarde” nelle mani dell’ex ministro delle Finanze Evangelos Venizelos. Ora la copia della lista è in mano agli inquirenti e sarà utilizzata nelle indagini. L’inchiesta potrebbe portare all’incriminazione sia di Papaconstantinou che di Venizelos.  Anche l’attuale ministro delle Finanze, Yannis Stournaras, ha chiesto nei giorni scorsi alle autorita’ francesi di fornirgli la lista originale dei 2.059 nominativi.