Napoli, De Sanctis indagato per schiaffo a raccattapalle

Il colpo proibito assestato al raccattapalle di Bergamo potrebbe costare caro a Morgan De Sanctis. Il Giudice Sportivo, infatti, ha deciso di trasmettere al Procuratore federale copia degli atti relativi all’episodio avvenuto durante la sfida persa dal Napoli sul campo dell’Atalanta. Stando a quanto riferito dal responsabile della sicurezza del club bergamasco, il portiere partenopeo “verso il 36° del secondo tempo, aveva colpito con una manata, ovvero uno schiaffo, un raccattapalle, “reo” di aver ritardato la rimessa in giuoco del pallone“. Nell’occasione, De Sanctis era stato ammonito dall’arbitro Orsato perché “in modo non regolamentare (brusco) strappava dalle mani di un raccattapalle il pallone per accelerare la ripresa di gioco“.

Cavani recupera? – Intanto la squadra partenopea, agli ordini di Walter Mazzarri, continua la propria preparazione in vista della sfida di domani pomeriggio contro il Torino. Le notizie che arrivano da Castelvolturno sono assolutamente positive: anche oggi, infatti, Edinson Cavani si è allenato in gruppo, disputando anche la partitella finale. Dopo aver saltato per infortunio le partite contro Chievo e Atalanta, dunque, il Matador potrebbe essere a disposizione contro la squadra di Ventura: una decisione verrà presa soltanto dopo l’allenamento di domani, ma filtra un cauto ottimismo. Rispetto alla trasferta di Bergamo, Mazzarri sembra intenzionato a fare una modifica per reparto: in difesa dovrebbe essere rispolverato Aronica al posto di Gamberini, in mediana potrebbe essere il turno di Dzemaili. Davanti, tutto dipende da Cavani: dovesse farcela, Insigne si riaccomoderebbe in panchina.