Serie B, il presidente Abodi: “Dal 2015 campionato a 20 squadre”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:00

Tre stagioni per cambiare faccia. A partire dal 2015/2016, il campionato cadetto ospiterà due squadre in meno. Ad annunciarlo è il presidente Andrea Abodi, intervenuto quest’oggi durante la trasmissione Mattina Sport in onda sui canali Rai: “Dal 2015, il campionato di Serie B sarà composto da 20 squadre“. La riforma della cadetteria rappresenta un primo passo verso il cambiamento del format dei campionati italiani: per la prima volta dal 2004/2005 – quando si passò alle 20 squadre in A e alle 22 in B – assisteremo ad una riduzione dei club professionistici. L’obiettivo è quello di ridurre anche le squadre del massimo campionato, come auspicato nei giorni scorsi da Andrea Agnelli durante il cda della Juventus.

Super playoff – Negli ultimi tempi si era anche parlato della possibilità (auspicata soprattutto dall’alto) di ridurre il numero di retrocessioni dalla A alla B e, di conseguenza, quello di promozioni verso la massima serie. Abodi non ci sta e frena gli entusiasmi dei presidenti più ricchi: “Credo che questi ragionamenti dovremmo cercare di farli insieme, quando partono iniziative di parte si perde il senso del sistema“. Nonostante il passaggio a 20 squadre, insomma, le promozioni dovranno rimanere tre: “Certo, diminuendo il numero di squadre è possibile immaginare che possa ridursi la finestra di promozioni e retrocessioni – spiega il presidente della Serie B –. Immagino un super playoff fra la terzultima della serie A e la terza della serie B, ma stringere ulteriormente limiterebbe anche lo spettacolo“.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!