Serie A, Milan-Chievo 5-1: i rossoneri rivedono la luce

Il Milan rivede la luce. Nel primo anticipo dell’11^ giornata di Serie A, i rossoneri travolgono il Chievo: 5-1 il risultato di San Siro, al termine di una gara dominata in lungo e in largo dai ragazzi di Allegri. Il match viene deciso nel primo tempo: dopo il botta e risposta tra Emanuelson e Pellissier nei primi 18′, il Milan prende il largo nel finale di frazione con il secondo centro consecutivo di Montolivo ed il primo in maglia rossonera di Bojan. L’ottavo gol in campionato di El Shaarawy ad un quarto d’ora dal termine e la zampata di Pazzini in pieno recupero mettono il sigillo ad una vittoria preziosissima: con quello di questa sera sono tre i risultati utili consecutivi, che permettono al Milan di affacciarsi nella parte sinistra della classifica con 14 punti.

Primo centro per Bojan – Poche novità rispetto alle previsioni della vigilia: Allegri si affida a Pazzini, con il trio formato da Emanuelson, Bojan ed El Shaarawy alle sue spalle; Corini sceglie la difesa a cinque, con Pellissier e Thereau là davanti. Il Milan ha un buon impatto sulla gara, El Shaarawy ci prova da fuori ma trova i guanti di Sorrentino. Al secondo tentativo, è il 16′, i rossoneri passano: Emanuelson spara al volo dal limite, il sinistro sporco beffa il portiere ospite e si infila sul secondo palo. Il Chievo non ci sta e dopo 2′ pareggia: angolo di Luciano da sinistra, Pellissier gira di testa e supera Abbiati. La gara è equilibrata, i gialloblù ci provano con Thereau, il cui destro da fuori viene deviato in angolo dal numero uno rossonero. Il Milan reagisce e al 37′ raddoppia: gran botta da fuori di Montolivo, Sorrentino è battuto. I rossoneri continuano a spingere e 4′ dopo calano il tris: destro di Bojan dai 20 metri, palla ancora deviata e 3-1.

Problemi per Dramé – In vantaggio di due gol, nella ripresa il Milan si limita ad amministrare senza grossi affanni. Ambrosini prova a suonare la sveglia, ma il suo destro da fuori termina alto. La reazione ospite è sterile, i rossoneri pungono: Pazzini prova la girata, sinistro fuori bersaglio. Il Chievo ci prova con un destro ravvicinato di Frey, ma sono sempre gli uomini di Allegri a rendersi più pericolosi: El Shaarawy piazza il sinistro dal centro dell’area, la palla esce di un soffio. Poco dopo è Pazzini a calciare di destro da buona posizione, esterno della rete. A forza di spingere, al 75′ il Milan cala il poker: Abate va sul fondo e crossa basso, El Shaarawy appostato sul secondo palo appoggia in rete. Nel finale di gara, al 3′ di recupero, c’è ancora tempo per il quinto gol: El Shaarawy sfonda a sinistra e mette in mezzo, Pazzini da due passi non può sbagliare.