A Domenica Live Giacomo Scazzi: Michele l’ha buttata ma non l’ha ammazzata

Subito dopo l’intervista a Vittorio Sgarbi, a Domenica Live, Barbara D’Urso ha accolto in studio Claudio Scazzi, ma soprattutto ha dato la parola a Giacomo Scazzi che ha detto: “Michele l’ha buttata ma non l’ha ammazzata”. Il padre della piccola Sarah Scazzi, scomparsa da Avetrana il 26 agosto del 2010 e ritrovata morta, in un pozzo, un mese e mezzo dopo proprio dopo la segnalazione dello zio Michele che durante un interrogatorio degli inquirenti ha ceduto raccontando la prima delle tante verità, è apparso molto pacato, ma anche molto addolorato e rassegnato.

La prima parte dell’intervista. Nella prima parte Giacomo Scazzi, con l’aiuto della conduttrice, ha ripercorso quei brutti momenti raccontando e spiegando la sua vita. La lunga trasferta, per lavoro, a Milano, il ritorno della moglie e della figlia ad Avetrana per assistere la madre ammalata ed il padre rimasto solo. Il lavoro da muratore. I giorni a casa, in quella che doveva essere una vacanza, ma che è diventato un vero e proprio incubo per la scomparsa della figlia, le ricerche ed il ritorno a Milano perché, nonostante tutto, il lavoro non poteva attendere. La D’Urso chiede delle foto di una ragazza trovate sul cellulare e con la stessa calma il signor Scazzi spiega, per l’ennesima volta, che erano foto che non sapeva cancellare ma che non aveva scattato lui in quanto erano rimaste in quel telefono comperato al mercatino dell’usato. I sospetti e le indagini su di lui sembrano il male minore soprattutto quando la conduttrice, a cuore aperto, dice ai telespettatori che nonostante la faccia burbera ha davanti un uomo molto dolce, un uomo che arriva a ribadire di andare sicuramente in aula, per l’udienza, il 20 novembre prossimo perché vuole conoscere la verità.

Michele Misseri. Durante l’rvm su zio Michele, Michele Misseri, Giacomo Scazzi non cambia espressione. Il padre di Sarah, impassibile, dice ciò che pensa e le sue parole hanno comunque un peso molto forte anche sull’opinione pubblica. In primis, infatti, afferma: “Michele l’ha buttata ma non l’ha ammazzata”  e poi completa con “Non e’ stato lui perché secondo me non ne e’ capace; io penso siano state le due donne” aggiungendo, infine, che madre e figlia “non parleranno mai: se non lo hanno fatto finora non lo faranno certo al processo. Voglio solo dire loro Se avete sbagliato, ditelo e basta”.