Catania-Lazio 4-0, Petkovic deluso: “E’ solo colpa mia”

Vladimir Petkovic ci mette la faccia. Al termine del pesantissimo tonfo sul campo del Catania, il tecnico della Lazio non cerca scuse e si assume tutte le responsabilità di un 4-0 tanto fragoroso quanto meritato: “Mi prendo tutte le colpe per questa sconfitta“, le sue prime parole al fischio finale. E dire che l’inizio era stato discreto, con la grande palla-gol per Rocchi. Poi Gomez ha trovato il vantaggio e da quel momento la squadra biancoceleste si è sciolta: “Avevamo iniziato bene, poi dopo il primo gol abbiamo cominciato a fare male“, ammette il tecnico bosniaco. Il raddoppio di Lodi e il tris ancora di Gomez hanno fatto il resto: “Dopo il secondo gol ci siamo arresi e non abbiamo più reagito: una squadra che vuole stare al vertice non può comportarsi così“.

Testa al derby? – Il poker firmato da Barrientos, arrivato a metà ripresa, ha fatto calare il sipario: “Siamo professionisti, dobbiamo lavorare sul campo e dare tutto – attacca Petkovic –. Oggi c’erano in palio tre punti molto importanti che abbiamo lasciato per strada“. L’assenza dello squalificato Klose può essere un’attenuante, l’imminenza del derby invece no: “Penso che la squadra non abbia perso concentrazione perché pensava alla prossima partita. La sfida con la Roma non è uguale alle altre, ma noi dobbiamo farci trovare pronti a tutte le gare“. Dopo un avvio di altissimo livello, i biancocelesti sono incappati in qualche giornata storta di troppo. L’allenatore della Lazio invita alla calma: “Come dopo tanti successi, adesso è necessario restare con piedi per terra dopo queste quattro gare senza vittoria: dobbiamo credere in quello che abbiamo fatto finora“. E iniziare a pensare al derby.

http://www.youtube.com/watch?v=rUjtEcKGtE4&feature=plcp