Melanoma, maggiori rischi per chi ha i capelli rossi

Una notizia poco piacevole arriva dal recente studio condotto dai dai ricercatori del Massachusetts General Hospital: i rischi di contrarre il melanoma sono maggiori per chi ha i capelli rossi. Di fatto niente di nuovo, in quanto è risaputo che chi ha una carnagione molto chiara è più esposto a problemi legati alla pelle, se non fosse che il nuovo studio chiarisce i termini di questa strana relazione. La predisposizione al melanoma è già insita nel DNA di chi ha i capelli rossi, indipendentemente dall’esposizione ai raggi Uv. A spiegarlo, i test condotti su due diversi gruppi di topi: da una parte quelli che producono l’Eumelanina, tipica di chi ha i capelli scuri, e dall’altra i topi con un pelo simile ai capelli rossi umani, che invece producono la Feomelanina. Entrambi i gruppi di topi non sono stati in alcun modo sottoposti a stimoli esterni, come i raggi Uv, che potessero far sviluppare il melanoma. Eppure è stato notato che i topi “dal pelo rosso” dopo pochi mesi sviluppavano più facilmente il tumore rispetto ai topi “scuri”.

Abbiamo scoperto che il pigmento rosso ha la capacità di promuovere la formazione del melanoma, anche in assenza di esposizione agli ultravioletti”, ha spiegato il dottor David Fisher, autore dello studio. Il vantaggio della ricerca? “Ora sappiamo che bloccare le radiazioni UV , che continua ad essere indispensabile ,  può non essere sufficiente. Per queste persone è importante essere consapevoli dei cambiamenti della loro pelle e non esitare a farli vedere a un dermatologo, anche se si sono protetti scrupolosamente dall’esposizione al sole. Circa 6 melanomi su 7 possono essere curati se vengono scoperti precocemente”- ha concluso Fisher.