Premier League: sorpasso United sul Chelsea, pari City


La Premier League ha un nuovo padrone. È il solito Manchester United dell’inossidabile Sir Alex Ferguson che si sbarazza all’Old Trafford dell’Arsenal (2-1) con un gol anche dell’ex Van Persie e supera in testa alla classifica il Chelsea, bloccato sull’1-1 in casa dello Swansea. A due lunghezze dai Red Devils c’è il terzo incomodo: i campioni in carica del Manchester City, anche loro incappati in un pari esterno, 0-0 sul campo del West Ham. Male il Tottenham, che mantiene il quarto posto in classifica (a pari merito con l’Everton) nonostante lo stop interno con il Wigan (0-1). Per i “blu” di Liverpool è arrivato invece un 2-2 in casa del Fulham. Nelle altre sfide, vittorie per 1-0 per Norwich e Aston Villa, rispettivamente contro Stoke City e Sunderland. Tra oggi e domani altre tre gare: Qpr-Reading; Liverpool-Newcastle; Wba-Southampton.

Il big match dell’Old Trafford – Non sono gli otto gol subiti l’anno scorso, ma Ferguson dà un’altra dura lezione ad Arsene Wenger. Il 4-4-2 di Sir Alex è efficace come al solito: Valencia e Young sulle fasce sono instancabili, mentre un diligente Rooney appoggia uno spietato Van Persie. Al 3’ l’olandese ringrazia l’ex compagno Vermaelen che gli offre un assist d’oro e batte Mannone con un diagonale. Rvp sblocca il match ma non esulta. Nel finale di primo tempo, Rooney spreca il raddoppio calciando a lato un rigore. Mannone ci mette una pezza finchè può, poi arriva Evra a saltare indisturbato e raddoppiare di testa. L’espulsione di Wilshere mette praticamente fine alla partita. Nonostante l’inferiorità numerica, i Gunners accorciano le distanze con un bel destro a giro di Cazorla, a recupero scaduto.