Vinicius Cantuaria e la sua bossanova sbarcano a Milano (foto)

Vinicius Cantuaria, Bluenote Milano, Foto. Il mondo della bossanova sbarca nel tempio milanese del jazz, per una serata dove sonorità sudamericane, nella fattispecie brasiliane, si fondono con la musica moderna di New York. Vinicius Cantuaria scrive canzoni, canta, suona chitarra e percussioni: è dunque un artista decisamente trasversale che, negli anni, ha regalato le sue canzoni a mostri sacri come Caetano Veloso, Gal Costa e Gilberto Gil.

Vicino alla tradizione, il musicista brasiliano è anche uno sperimentatore: molteplici le collaborazioni con artisti provenienti da altre realtà musicali, collaborazioni che gli hanno permesso di distinguersi ed affermarsi nel microcosmo della bossa e non solo. Ha suonato con David Byrne, Arto Lindsay e Laurie Anderson.

Un pubblico piuttosto caldo, in una serata che fuori è decisamente uggiosa, accoglie Vinicius e il suo quartetto: lo accompagnano Hello Alves al pianoforte, Adriano Santos alla batteria e Paul Socolow al basso. E’ un’atmosfera particolare quella si crea fin dalle primissime note suonate dalla chitarra di Cantuaria, ritmi sudamericani che proiettano l’ascoltatore in un mondo lontano, in un mondo disteso, sereno, speciale. Una splendida serata e un omaggio ad un genere che non trova spazio con facilità nel nostro Paese.

Fotografie di Pier Luigi Balzarini