Al processo Ruby oggi di scena Belen Rodriguez

Oggi nuova udienza al così detto processo Ruby, il procedimento penale ai danni dell’ex presidente del consiglio Silvio Berlusconi imputato per i reati di concussione e prostituizione minorile. Di scena in qualità di testimone è giunta nell’aula del tribunale di Milano Belen Rodriguez. La show girl argentina era stata chiamata in causa dalla stessa Ruby, al secolo Karima El Mahroug, che aveva dichiarato di averla incontrata durante le ormai note cene eleganti che si svolgevano in quel di Arcore. Pronta è arrivata la smentita “Non sono mai stata a Arcore. Ruby non l’ho mai vista“. Una testimonianza che certo mina la credibilità della presunta nipote di Mubarck, ma che non aggiunge o toglie niente in relazione ai fatti contestati al presidente del consiglio.

Infastidita. Belen si è presentata in tribunale visibilmente infastidita per la ressa di fotografi e operatori che l’hanno attorniata nel tentativo di carpire la sua immagine. “Questo è un dovere civile, sono stata chiamata e sono venuta a testimoniare“, ha dichiarato l’ex fidanzata di Fabrizio Corona, per poi allontanarsi dal palazzo di giustizia milenese. Oltre a lei in aula sono giunti anche Carlo Rossella, Daniela Santnchè e Monica Frediani. In particolare Rossella ha smentito che in sua presenza ci fossero ragazze a seno nudo. Insomma alla fine una giornata interlocutoria per un processo che se pur non particolarmente rilevante da un punto di vista penale, ha sicuramente contribuito non poco a minare la credibilità internazionale del governo Berlusconi, accellerandone la caduta.