Idv: Donadi sfiduciato e invitato a dimettersi da capogruppo alla Camera

L’Italia dei Valori, in piena crisi dopo le accuse mosse dal programma Report al segretario Antonio Di Pietro, prova a riorganizzarsi. La prima mossa è la sfiducia al capogruppo alla Camera Massimo Donadi.
Nei giorni scorsi Donadi aveva fortemente attaccato Antonio Di Pietro affermando che “il declino di Di Pietro è come quello di Berlusconi. Ha tradito la sua storia e negli ultimi mesi ha sbagliato tutto”.
Oggi invece, dai suoi colleghi sarebbe stato invitato a rassegnare le dimissioni da capogruppo.
La verifica all’interno del partito è stata fatta dal deputato Ivan Rota, che subito dopo ha riportato: “Ho parlato con i miei colleghi ed ho constatato che c’è una coesione della stragrande maggioranza del gruppo intorno alla linea stabilita dall’ufficio di presidenza mercoledì scorso, che è anche la linea espressa e rappresentata da Antonio Di Pietro”. E su Donadi: Nelle scorse ore ha espresso ripetutamente posizioni in aperto contrasto con il deliberato dell’ufficio di presidenza, di cui peraltro fa parte. Confido- spiega- che prima dell’intergruppo di mercoledì sera, convochi il gruppo parlamentare di Montecitorio per un atto di chiarezza“.
Il partito, quindi, in attesa del vertice straordinario previsto per dicembre, ha preso la decisione di far quadrato intorno al suo leader. Tra i possibili successori ci sono i due attuali vicepresidenti Antonio Borghesi e Fabio Evangelisti.

Matteo Oliviero