Avvistato Ufo nel Sud Italia, ma forse è solo una congiunzione astronomica

Risale a giovedì scorso l’avvistamento di un oggetto non meglio identificato nei cieli del Sud Italia (foto a lato). Come riportato da alcune testate on-line, da Calabria, Messina, Campania e Basso Lazio sono arrivate molte segnalazioni di persone che avrebbero avvistato una “strana luce tendente al rosso che cambiava in continuazione colore e si spostava sia in orizzontale che in verticale”. La notizia ha subito suscitato scalpore e interesse (oltre a stimolare le fantasie di molti), ma nella giornata di ieri è arrivata una smentita che potrebbe far cadere tutto il castello di ipotesi attorno al supposto Ufo apparso nei cieli del Meridione.

Le spiegazioni del CUN – Sulla questione è intervenuto Antonio De Comite, socio della sezione indagini Taranto del CUN (Centro Ufologico Nazionale). Secondo De Comite, si è trattato con buona probabilità di un evento legato ad una particolare congiunzione astronomica. Quella sera, infatti, era in atto la congiunzione tra Giove, la Luna e Aldebaran (una stella della costellazione del Toro). Come si spiega allora il movimento dell’oggetto osservato? Si tratterebbe, secondo De Comite, di “autocinesi”, quel fenomeno ottico per cui uno stimolo visivo sembra spostarsi se non ci sono altri stimoli nel campo visivo con cui relazionarlo.