Confessione shock di un giovane tedesco: “Amo il mio cane e abbiamo rapporti sessuali”

Che i gusti siano gusti è un fatto indiscutibile. Forse, però, c’è davvero un limite alla decenza; specie se l’oggetto del proprio amore è un cane. Sembra difficile a immaginarsi, ma è quanto accaduto in Germania, dove David Z., ragazzo di 26 anni, ha confessato di essere innamorato della propria cagna, una piccola Dalmata di nome Maromi, con cui fa regolarmente sesso. “È la mia cagna a farmi sapere quando ha voglia. A volte non vuole per settimane”. Frasi schock come questa, rilasciate da David al quotidiano tedesco Berliner-Zeitung, hanno fatto venire alla ribalta il suo caso, che ha sconvolto non poco l’opinione pubblica. Soprattutto perché il ragazzo ha confessato di avere avuto in totale ben cinque partner canini.

Zoofilia consentita in Germania – Stranamente la legislazione tedesca non vieta la pratica della zoofilia, ma il caso di David ha fatto rimettere in discussione le norme che regolano questa bizzarra pratica sessuale, portando alcuni a valutare l’ipotesi di un inasprimento delle norme sulla protezione degli animali (secondo le statistiche riportate dal Berliner-Zeitung, i zoofili attualmente attivi in Germania sarebbero circa 10.000). Il ragazzo, dal canto suo, si è difeso dicendo di non essere uno sfruttatore di animali. Anzi: stando a quanto da lui confessato,  il suo primo rapporto sessuale con un cane risalirebbe a quando aveva vent’anni, per iniziativa del cane stesso. “Ha cominciato lui da solo – ha dichiarato David – e la cosa mi ha turbato“. Molte associazioni di animalisti hanno però fatto notare – se ce ne fosse bisogno – come il gesto sessuale da parte dei cani sia espressione di un comportamento dominante, e non di un reale desiderio sessuale. La nuova relazione con Maromi (indovinate un po’? disapprovata dalla sua famiglia) ha portato il ventiseienne tedesco ad essere aspramente criticato dalle persone che gli stanno intorno: “La gente mi chiama stupratore, sfruttatore di animali e così via, ma qui non c’è proprio niente di violento”. Chissà se la sua cagna direbbe lo stesso.